retro-office

Diritti del lavoratore

Come in qualsiasi altro paese, anche in Nuova Zelanda, il lavoratore gode di diritti e deve rispettare alcune condizioni. Il datore di lavoro garantisce un ambiente sicuro e una paga minima ed il lavoratore deve, naturalmente, essere performante.

Ai diritti e doveri del lavoratore (straniero), si sommano alcune condizioni e requisiti sulla base del visto del quale si è in possesso.

Il colloquio di lavoro, in caso di esito positivo, è seguito da un’offerta verbale la quale però deve essere accompagnata da un accordo scritto

La maggior parte delle aziende di grandi dimensioni e con un importante numero di dipendenti, offre contratti collettivi di lavoro che sono stati negoziati da un sindacato.

Naturalmente è possibile prendere del tempo per analizzare le condizioni del contratto e chiedere chiarimenti o proporre alcune variazioni.

Un diritto del lavoratore in Nuova Zelanda, è quello di poter liberamente far parte di un sindacato.

Periodo di prova

Circa la metà dei datori di lavoro inserisce nel contratto il periodo di prova della durata di 90 giorni. Durante questo lasso di tempo, ovviamente, il datore può sostituire il dipendente e il lavoratore lasciare il suo posto senza preavviso.

Ferie

La maggior parte dei lavoratori in Nuova Zelanda gode di molti giorni di ferie (almeno per gli standard internazionali).

Le ferie annue sono di un minimo di 4 settimane alle quali bisogna sommare 11 giorni di vacanze pubbliche (Public Holiday).

Se si lavora in un giorno festivo, il  datore deve retribuire il lavoratore come fossero ore extra. Se lo si desidera, si può chiedere di avere un giorno off successivamente in sostituzione del giorno festivo lavorato (in gergo “prendere un giorno equivalente”)

Naturalmente a questi, si sommano quelli di malattia (retribuiti)

Stipendio

Il salario minimo per gli adulti, aggiornato al 2015 è 14,75 $ l’ora, o $ 590 per una settimana lavorativa di 40 ore standard. Non esiste un salario minimo per i ragazzi al di sotto dei 16 anni.

Le imposte sul reddito vengono prelevate dallo stipendio prima di essere versato. Queste deduzioni sono conosciute come PAYE (Pay As You Earn).

Un’altra deduzione è la ACC che sta per Accident Compensation Corporation, che gestisce il sistema di assicurazione che il paese ha per coprire i costi in caso di infortunio. Insieme ad altri benefici, se si è assenti dal proprio posto di lavoro per periodi prolungati a causa di un infortunio, l’ACC rimborserà una gran parte del salario perduto

Il salario nella busta paga (pay slip) è lordo, vengono indicate le detrazioni e il netto che rappresenta naturalmente il salario percepito.

Per lavorare è necessario un codice fiscale (IRD number) senza il quale si potrebbe venire tassati  di un importo maggiore di quello effettivo.

Oltre al PAYE e il prelievo ACC, il  datore non può dedurre dallo stipendio altro.

Da residenti in Nuova Zelanda, si ha la possibilità di aderire al KiwiSaver, un’iniziativa di risparmio previdenziale.

Discriminazioni sul posto di lavoro

Discriminare un lavoratore per orientamento sessuale, stato di famiglia, stato civile, colore, nazionalità, credo etico / religione, opinione politica, condizione lavorativa, età o disabilità è illegale in Nuova Zelanda.

Le molestie sessuali di qualsiasi tipo, sono anche illegali.

Termine del lavoro

Se si decide di lasciare il proprio posto di lavoro prima della data indicata sul contratto, è necessario dare alcune settimane di preavviso (indicate nel contratto).

Anche il datore di lavoro, naturalmente, nel caso in cui decida di licenziare prima dello scadere del contratto, deve seguire un procedimento formale pena un possibile risarcimento.

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *