Curiosità

new-zealand-fun-facts_5111464cbe36b_w450_h300

KA MATE, L’AKA CHE TUTTI CONOSCIAMO…

Fu un capo Maori, nel lontano 1820 a comporre la prima Haka, quella più famosa: Ka Mate.

Questo è il testo, completo di traduzione:

Ringa pakia
Uma tiraha
Turi whatia
Hope whai ake
Waewae takahia kia kino

Ka mate! Ka mate! Ka Ora! Ka Ora!
Ka mate! Ka mate! Ka Ora! Ka Ora!
Tenei te tangata puhuru huru
Nana nei i tiki mai
Whakawhiti te ra
A upa…ne! A upa…ne!
A upane kaupane whiti te ra!
Hi!!!

Batti le mani contro le cosce
Sbuffa col petto
Piega le ginocchia
Lascia che i fianchi li seguano
Sbatti i piedi più forte che puoi

Io muoio! Io muoio! Io vivo! Io vivo!
Io muoio! Io muoio! Io vivo! Io vivo!
Questo è l’uomo peloso
Che ha persuaso il Sole
E l’ha convinto a splendere di nuovo
Un passo in su! Un altro passo in su!
Un passo in su, un altro… il Sole splende!!!
Hi!!!

La leggenda narra che il capo Maori Te Rauparaha, nascosto in un pozzo per sfuggire ai suoi inseguitori, pronunciò le parole KA MATE! KA MATE! (Io muoio! Io muoio!) quando questi vennero a cercarlo nel luogo in cui aveva trovato asilo. Sussurrò poi KA ORA! KA ORA! (Io vivo! Io vivo!) quando gli inseguitori andarono via. “Ka ora, ka ora! Tenei te tangata puhuruhuru nana nei i tiki mai whakawhiti te ra!” (Io vivo! Io vivo! Questo è l’uomo peloso che ha persuaso il Sole e l’ha convinto a splendere di nuovo!) fu il ringraziamento diretto a Te Wharerangi, che aveva offerto rifugio a Te Rauparaha.

 

DOVE VIVONO I ‘NEW ZEALANDERS’

63% Isola del Nord
20% Isola del Sud
10% Australia
5% resto del Mondo
2% in viaggio

 

LA CREAZIONE DEL MONDO SECONDO I MAORI

Per i Maori la terra e la genealogia erano i riferimenti più importanti. Inizialmente esisteva Te Kore (il Vuoto) a cui fece seguito Te Poroa (la Notte). Da queste due divinità discesero il Cielo e la Terra. Il mito della creazione Maori racconta che in origine il cielo e la terra erano uniti, quando Ranginui, il Padre Cielo, e Papatuanuku, la Madre Terra, giacevano insieme stretti in un abbraccio. Essi ebbero molti figli, che vivevano nell’oscurità che vi era tra loro due; era una schiera di dei-bambini, ognuno dei quali aveva il controllo di una forza delle natura. Ma i figli desideravano vivere alla luce, e così divisero i genitori contro la loro volontà. Dalla luce che brillò dopo quella separazione, ebbero allora origine le cose animate ed inanimate: da uno degli dei nacque l’uomo. Il dolore per la separazione da allora affligge Ranginui e Papatuanuku. Le lacrime di Ranginui cadono sotto forma di pioggia verso Papatuanaku per mostrare quanto egli l’ama. Le foschie che si levano dalle foreste sono i sospiri di Papatuanuku quando il calore del suo corpo brama il compagno e continua a nutrire l’umanità.

 

PROVERBIO MAORI

Volta il viso verso il sole e le ombre cadranno dietro di te

 

GLI HONESTY BOX
Si tratta di piccoli stand autogestiti (esattamente!) situati lungo la strada dove vengono esposti prodotti (di solito frutta,verdura, miele)…si è liberi di acquistare e di lasciare un’offerta.

 

LE ISOLE CHATHAM

Sono un arcipelago con due isole principali a est della Nuova Zelanda, con una popolazione di 609 abitanti secondo l’ultimo censimento (2006). Culturalmente le isole Chatham appartengono alla Polinesia, mentre politicamente fanno parte della Nuova Zelanda.
I Moriori erano gli abitanti nativi di queste isole (denominate “Wharekauri” in lingua maori e “Rekohu” in lingua moriori).

Era un popolo di origine polinesiana che sviluppò una propria cultura e un proprio stile di vita, adatti alle particolari condizioni delle Chatham.
In passato gli studiosi erano divisi sulle origini dei moriori. Alcuni, ad esempio, ritenevano che essi fossero giunti nelle Chatham direttamente dalla Polinesia o che, addirittura, fossero un popolo di remote origini melanesiane. Le ricerche più recenti dimostrano, invece, che i moriori discendevano da maori che lasciarono la Nuova Zelanda alla volta delle Chatham attorno al 1500. Una delle prove principali a sostegno di quest’ultima teoria è data dalle somiglianza che la lingua moriori presentava con il dialetto maori usato dalla tribù Ngāi Tahu dell’Isola del Sud. Ciò, dunque, farebbe delle Chatham le ultime isole colonizzate dai popoli polinesiani durante le loro migrazioni nel Pacifico.
Incerta resta l’origine del nome “moriori”. Si ritiene che esso non sia altro che un’evoluzione della parola “maori” e, dunque, starebbe semplicemente a significare “uomini”, “persone comuni”. (Wikipedia)

 

SPCA

E’ un’organizzazione di volontari con circa 47 centri in tutto il Paese che si occupa del benessere degli animali in NZ…di solito hanno vere e proprie sedi fisiche dove è possibile acquistare oggetti, vestiti a poco prezzo ed il ricavato della vendita sostiene il progetto.

 

IL KATIPO

E’ una specie autoctona di ragno (l’unica velenosa non proveniente dall’Australia).
La femmina ha il corpo nero con una striscia bianca bordata di rosso mentre il maschio è bianco con strisce nere e figure a forma di diamante di colore rosso.

 

CAPE REINGA

Per i Māori , Cape Reinga è il luogo più spiritualmente significativo della loro terra (ed il punto più a Nord dell’Isola del Nord).
Un albero Pohutukawa antico e un faro solitario rappresentano questo luogo speciale.
E’ qui che, dopo la morte, tutti gli spiriti Maori viaggiano lungo la costa fino al promontorio di Te Rerenga Wairua .
Arrivati, scendono negli inferi ( Reinga ) facendo scorrere giù una radice e calandosi nel mare. Gli spiriti poi viaggiano sott’acqua fino alle isole Three Kings , dove si arrampicano raggiungendo Ohaua , il punto più alto delle isole; danno l’ultimo saluto prima di tornare nella terra dei loro antenati, Hawaiiki -A – Nui .

 

WHAKATANE

Il Distretto di Whakatane è un’autorità territoriale della Nuova Zelanda che si trova entro i confini della regione di Bay of Plenty, nell’Isola del Nord a 90 chilometri a est di Tauranga e 100 chilometri a nordest di Rotorua, alla foce del fiume Whakatane.
E’ stata proclamata ‘the sunniest place in NZ’.

 

TE PAPA

‘The Museum of New Zealand Te Papa Tongarewa’ è il Museo nazionale della NZ (Wellington).
E’ comunemente conosciuto come ‘Te Papa’ o ‘Our Place’.

 

WAIKATO

l fiume Waikato è il più lungo di tutta la Nuova Zelanda. Percorre circa 425 km dalle pendici orientali del monte Ruapehu nell’Isola del Nord, si unisce al bacino idrico del fiume Tongariro per poi svuotarsi nel Lago Taupo, il più grande lago di tutta la Nuova Zelanda.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *